L'igiene fa bene ma se è troppa fa molto male!

Per saperne di più:

- Batteri buoni e batteri cattivi, prevenzione delle malattie ospedaliere: https://www.peopleforplanet.it/?s=Batteri

- Batteri che curano perché ci amano. https://www.peopleforplanet.it/i-batteri-ti-danno-il-buon-umore-filosofia-e-microorganismi-sexy/

- Trapianti di batteri per guarire da malattie refrattarie agli antibiotici https://www.peopleforplanet.it/trapianti-batteri-guarire/

Giocare nel fango fa bene!

 


Incredibile! La Lombardia continua a NON fare tamponi!

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Incredibile! In Lombardia continua a imperversare il virus maledetto con il numero più alto d’Italia di tutt’ora contagiati, e la regione Lombardia fa POCHI tamponi. La metà del Veneto, calcolando la popolazione... non è questione di destra e sinistra. ZAIA, il presidente della Regione Veneto, è un leghista cattivo ma ha capito che bisogna fare i tamponi!!!

 


JACOPO FO a 360°

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Il giornalista Franco Arcovito intervista Jacopo Fo a 360°. Jacopo Fo, che ha realizzato un agriturismo sulle colline tra Gubbio e Perugia denominato "Libera Università di Alcatraz", è scrittore, attore, regista,fumettista e blogger. Figlio di genitori famosi, Franca Rame e Dario Fo... Il poliedrico Jacopo ha sempre operato autonomamente eccellendo nella scrittura di libri, nella regia, nel teatro e nell'attivismo in ecologia ambientale e nel sociale.

 


Ci hanno dato due mesi di galera perché non siamo capaci di rendere l’Italia un paese normale

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Non date la colpa al Coronavirus per tutti i morti! Molti li hanno ammazzati gli stupidi e i corrotti!

Quasi 30mila morti. Centomila feriti. Praticamente una guerra.

E tutti gli italiani condannati a due mesi di arresti domiciliari. E non dire che siamo innocenti.

E l’economia devastata come dopo un bombardamento dei B52.

E adesso, per favore, iniziamo a dire di chi è la colpa, perché non ci sto a puntare il dito solo sul Coronavirus… Troppo facile cari miei!

Dire come stanno le cose è indispensabile anche perché se qui non si cambia sul serio iniziano ad essere dolori. Non si riparte.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Coronavirus: il plasma della discordia. Infuria la polemica tra Burioni e De Donno

Teorie complottiste e guerre mediatiche all’ombra della terapia al plasma. Ma è una cura prodigiosa o solo una ipotesi promettente?

Arriva una cura che avrebbe guarito già quasi 80 pazienti ricoverati negli ospedali di Mantova e Pavia in condizioni gravissime. Risultati straordinari che ora si stanno verificando per pubblicare uno studio. Anche Padova sta iniziando la sperimentazione.

Ma l’affermarsi di questa scoperta, che potrebbe cambiare l’impatto del Covid-19, non è stata facile. Giuseppe De Donno, direttore della Pneumologia e dell’Unità di Terapia intensiva respiratoria all’ospedale Carlo Poma di Mantova e Il dottor Massimo Franchiniematologo e primario del centro trasfusioni dell’ospedale di Mantova hanno inizialmente avuto poco spazio sui media e poco sostegno da università e grandi ospedali e alcuni hanno minimizzato i risultati (costa troppo, non è sicura…).

Visto che la cura costa veramente poco e che, sostengono a Mantova, non ci sono pericoli di trasmissione di altri malanni perché il sangue è trattato in modo sicuro, questi commenti sui media hanno fatto imbestialire i due scopritori e alla fine li hanno portati all’onore delle cronache…

Ad esempio, il virologo Roberto Burioni, pur ammettendo le potenzialità dell’approccio, ha avanzato preoccupazioni per le tecniche di produzione del plasma e possibili effetti sconosciuti di queste procedure. Auspicando al contempo che si giunga alla produzione di un plasma artificiale.

De Donno ha risposto sua pagina Fb attaccando Burioni a gamba tesa.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Passeggiata ad Alcatraz con Jacopo Fo

Tra tonalità di verde veramente scioccanti…

La seconda passeggiata in mezzo al bosco della Libera Università di Alcatraz (Perugia), una boccata d’aria per chi è chiuso in casa o per chi si trova in una grande città, impossibilitato a raggiungere spazi verdi.

Un momento tra panorami gradevoli e rilassanti e creazioni artistiche che abitano il bosco.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Categorie: 

Coronavirus: ci sono imprenditori generosi e imprenditori ingordi

Le crisi rivelano il vero volto delle persone

Cucinelli ha pagato il 100% dello stipendio ai suoi dipendenti anche in periodo di lockdown.

Rana ha dato un aumento ai lavoratori a casa, la Ferrero e Valli hanno realizzato azioni simili.

Insomma in Italia esistono imprenditori che hanno un’idea corretta dell’importanza di chi lavora con loro e che premiano la qualità del lavoro, investono sul senso di appartenenza considerandolo architrave di un’impresa sana, capace di intercettare idee e contributi innovativi.

Poi ci sono imprenditori che sinceramente ci lasciano a bocca aperta. Ad esempio Giovanni Brasso, personaggio in passato giunto agli onori della cronaca per una serie di inchieste nelle quali è incappato.

Oggi parliamo di lui perché da un giorno all’altro la Sestrieres spa che, come raccontano i media, ha chiuso l’ultimo bilancio con 9,2 milioni di euro di utili, ha licenziato 200 dipendenti.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Quarantena e convivenza: come ritagliarsi i propri spazi?

Pillole di benessere psicologico ai tempi del coronavirus (5)

Le nostre abitudini, i tempi delle nostre giornate, le occupazioni, le relazioni sono state stravolte da questa pandemia. Improvvisamente ci siamo trovati in un mondo assurdo, inaspettato, spaventoso; viviamo una situazione che avevamo visto solo nei film catastrofici. Tutti per un attimo ci siamo chiesti: stanno per arrivare gli zombi?

Di fronte a un cambiamento improvviso nella nostra mente si attivano processi fisiologici primordiali: i nostri antenati si sentivano al sicuro quando riconoscevano tutto quel che li circondava e sapevano quindi che non c’erano belve nei paraggi. Quando qualche particolare del loro mondo cambiava scattavano le molecole prodotte dal cervello per rendere i sensi più vigili e i muscoli pronti all’azione. È naturale e importante che questo accada ma se questo stato di allarme si prolunga troppo nel tempo diventa sindrome da stress e non fa bene.

Possiamo però agire e crearci una nuova scansione del tempo in modo tale da ritrovare ogni giorno momenti conosciuti che ci tranquillizzino.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Clicca qui per continuare a leggere l'articolo!

Leggi anche:
– Shock del cambiamento totale: come affrontare l’ansia e l’angoscia
– Rimedi naturali per aumentare le difese immunitarie
– Come arrivare a un vero relax restando in casa?
Come gestire la solitudine in isolamento?

 

Categorie: