arte irregolare

A Verona c’è il Festival Irregolare. Perché l’arte fa bene ai ‘normali’ e agli outsider

I medici dovrebbero prescrivere per tutti, insieme alle medicine, anche una buona dose di arte. Infatti è ormai scientificamente provato che l’arte migliora la salute e verticalizza l’effetto positivo delle cure.
Al di là delle numerose ricerche che dimostrano che lo stato d’animo che si sperimenta inventando arte fa bene allo spirito e al corpo, io ho un’esperienza personale piuttosto ricca in proposito.
Prima di morire mia madre tenne un ultimo corso di teatro al villaggio Alcatraz. Non aveva nessuna malattia mortale ma era stanca di vivere per i molti acciacchi.
A pranzo se ne stava rincantucciata al ristorante, avvolta in uno scialle rosso e dimostrava tutti i suoi anni. Poi quando saliva sul palcoscenico e iniziava a recitare aveva una metamorfosi. Si raddrizzava, lo sguardo diventava vivace e pareva addirittura che la pelle del viso si tendesse facendo diminuire parecchio le rughe.
Era un fenomeno che stupiva tutti gli allievi.

E mio padre dopo il suo novantesimo compleanno era messo male. A giugno i medici mi dissero che aveva pochi giorni di vita. Ciononostante continuava a dipingere e a dettare testi… E si incaponì che voleva recitare ancora una volta. E ci riuscì. Tenne il palcoscenico per quasi due ore, all’Auditorium di Roma, di fronte a 3mila persone e finì lo spettacolo cantando. Il che, per lo stato dei suoi polmoni era teoricamente impossibile.
Telefonai al professor Poletti e gli dissi che Dario ce l’aveva fatta. Mi rispose che era ateo ma ora credeva ai miracoli.
L’arte è proprio miracolosa. Scatena emozioni curative, rintraccia energie sconosciute.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Memoria Futura, IV Festival dell’OUTSIDER ART e dell’ARTE IRREGOLARE

Vi aspettiamo il 4-5-6 ottobre 2019 a Verona!

Un progetto innovativo giunto alla sua 4a edizione per far conoscere e apprezzare artisti che operano al di fuori delle norme estetiche convenzionali.

http://arteirregolare.comitatonobeldisabili.it/

Quest’anno il Festival si svolgerà a Verona il 4, 5 e 6 ottobre, coinvolgendo vari punti della città con un programma che prevede mostre, convegni, spettacoli teatrali e musicali, proiezioni, spazi espositivi, performance e laboratori dove sarà possibile incontrare le esperienze più significative a livello nazionale nel campo dell’arte outsider e dell’arte  irregolare.

Memoria Futura per ricordare l’importanza della dimensione storica dell’arte outsider e allo stesso tempo sottolineare la sua proiezione progettuale perché il Festival è uno spazio per immaginare nuove prospettive estetiche e veicolare importanti contenuti culturali e sociali attraverso la bellezza.
Grazie al contributo di atelier, esperti, operatori ed artisti il Festival abbraccia differenti ambiti di interesse ed è accessibile a un pubblico vasto che comprende chi si approccia per la prima volta all’arte outsider e chi invece se ne occupa a vario titolo.

Qui l’elenco degli atelier partecipanti

Qui la programma dell’evento

Qui l’elenco dei relatori che interverranno

Categorie: 

Memoria Futura, IV Festival dell'OUTSIDER ART e dell'ARTE IRREGOLARE

MEMORIA FUTURA 

VERONA 4, 5 e 6 ottobre 2019

IV FESTIVAL dell'OUTSIDER ART e dell' ARTE IRREGOLARE

Un progetto innovativo giunto alla sua 4a edizione per far conoscere e apprezzare artisti che operano al di fuori delle norme estetiche convenzionali.  http://arteirregolare.comitatonobeldisabili.it/
  
Quest'anno il Festival si svolgerà a Verona il 4, 5 e 6 ottobre, coinvolgendo vari punti della città con un programma che prevede mostre, convegni, spettacoli teatrali e musicali, proiezioni, spazi espositivi, performance e laboratori dove sarà possibile incontrare le esperienze più significative a livello nazionale nel campo dell'arte outsider e dell'arte irregolare. 
Memoria Futura per ricordare l'importanza della dimensione storica dell'arte outsider e allo stesso tempo sottolineare la sua proiezione progettuale perché il Festival è uno spazio per immaginare nuove prospettive estetiche e veicolare importanti contenuti culturali e sociali attraverso la bellezza.
Grazie al contributo di atelier, esperti, operatori ed artisti il Festival abbraccia differenti ambiti di interesse ed è accessibile a un pubblico vasto che comprende chi si approccia per la prima volta all'arte outsider e chi invece se ne occupa a vario titolo. 

Il programma dettagliato del Festival sarà a breve disponibile sul sito.  
Sono previsti crediti ECM 

Ci vediamo a Verona!

 

Categorie: 

5, 6 e 7 ottobre 2018 III° Festival dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare

La terza edizione del Festival dell'Outsider Art e dell'Arte Irregolare presso la Libera Università di Alcatraz, S. Cristina, Gubbio (PG)

Mostra di 100 opere grafiche o pittoriche di diversi atelier e collettivi artistici italiani.
• a cura di il Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili 

Selezione di disegni di un outsider d’eccezione, Dario Fo.
• in collaborazione con MusaLAb (Museo Archivio Laboratorio Dario Fo e Franca Rame)

Convegno “Prendersi cura dell’arte. Prendersi cura di sé”.
• a cura del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Bologna.
Interverranno tra gli altri Giorgio Bedoni, psichiatra e docente all’Accademia di Brera, Daniela Rosi docente e curatrice di numerose mostre di arte outsider e irregolare.

Performance collettive, video rassegna, workshop elaboratori artistici.
• con la partecipazione dello street artist Marco Barbieri - DEM a cura dell’Associazione Fuori Serie.

Per info: cinzia@comitatonobeldisabili.it - gabriella@comitatonobeldisabili.it
Gabriella tel. 075 9229776 - per prenotazioni: 075 9229938/39

Visitate la gallery: arteirregolare.comitatonobeldisabili.it
Seguirà programma definitivo. Richiesti crediti ECM.

Categorie: 

2-4 ottobre, Libera Università di Alcatraz, Festival dell’Arte Irregolare

2-4 ottobre, Libera Università di Alcatraz, Festival dell’Arte Irregolare

Dal 2 al 4 ottobre si terrà alla Libera Università di Alcatraz il primo

FESTIVAL DELL’ARTE IRREGOLARE arteirregolare.comitatonobeldisabili.it

Un mostra-evento per raccontare l’arte differente e la bellezza nascosta che non trova spazio nei consueti canali espositivi.

Iniziata nell’ottobre del 2014 con l’apporto del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Azienda USL-Bologna, questa straordinaria esperienza coinvolge oggi oltre 30 artisti Irregolari per decine di opere.
Durante il Festival ne parleremo con gli artisti stessi, con operatori ed esperti del settore quali il Prof. Giorgio Bedoni e i direttori del Dipartimento di salute mentale di Bologna e Piacenza.
Sono previsti crediti ECM.
Qui il programma dell’evento, in particolare della giornata del 3 ottobre.

Per informazioni e prenotazioni potete scrivere a gabriella@alcatraz.it

http://arteirregolare.comitatonobeldisabili.it/

Categorie: