Jacopo Fo

A chi devo praticare un rapporto orale per lavorare in Rai?

Chi decide chi fa una trasmissione? Chi decide chi interpreta una fiction, chi è un eccellente regista, sceneggiatore, scenografo, costumista? La Rai gestisce un fiume di denaro, centinaia di milioni di euro all’anno. Non è un mistero che fin’ora sono stati i politici a scegliere chi comanda in Rai.

E non c’è dubbio che a volte i politici richiedano di essere ricompensati con adeguati servizietti: un’intervista con la star di turno, un posto al sole per un parente. Vi ricordate quel Berlusconi che telefonava a quel direttore chiedendo che una sua amica venisse ingaggiata come protagonista di una fiction? Vi ricordate delle numerose inchieste su spese pazze e rimborsi gonfiati? E come mai la Rai ha una quantità di dipendenti allucinante?

Clicca qui per continuare a leggere l'articolo.

Categorie: 

Da Pitagora a Israele alla Cina

Mi sono chiesto perché i popoli primitivi si sono da subito interessati alla geometria, nonostante avessero gravi e urgenti questioni quotidiane.
Ho notato che costruendo un intreccio di rami è facile ottenere forme triangolari e quindi scorgere l’apparire di un esagono che ha la particolarità di sembrare anche un cubo. Un effetto ottico che potrebbe aver affascinato persone dell’età della pietra. Ho poi notato che volendo disegnare una serie di esagoni accostati sopra un vaso ci si trova nell’impossibilità di farlo senza ottenere anche pentagoni. E se si disegna una serie di pentagoni su una parete si ottengono spazi vuoti che formano tra l’altro stelle a 5 punte. Ho quindi provato a ricostruire una piccola storia della geometria e dell’aritmetica primitive che partendo dalla serie di Fibonacci contenuta nelle stelle a 5 punte si sviluppa in modo coerente e concreto, nel modello numerico-geometrico della Kabala e dei 64 esagrammi cinesi. E questo sviluppo avviene solo sulla base di osservazioni semplici della realtà. Niente di mistico, argomento del quale non mi occupo.
Mi ha affascinato invece la possibilità di ricostruire il modello originario del I King e capire come su questo modello siano state gettate le basi teoriche della Medicina Tradizionale Cinese oggi dimenticate.

Spero che questo argomento possa incuriosirTi. Trovi il mio lavoro qui
Nella versione inglese qui e sono a Tua disposizione per discuterne qualora lo desiderassi.

Categorie: 

Dio è nero (E Gesù è un profugo siriano)

Mostra di dipinti e acquerelli di Jacopo Fo
Dal 7 al 20 aprile 2017
presso la Galleria Monogramma - Arte contemporanea
Via Margutta, 102
00187 - ROMA
Tel. +39 06 32650297 - Fax  +39 06 32655574

Inaugurazione: venerdì 7 aprile 2017, ore 18:30

La mostra resterà aperta fino al 20 aprile 2017 con i seguenti orari: tutti i giorni escluso i festivi, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00

Questa mostra è un atto di opposizione a quanti erigono muri in nome di Dio.
A quanti non sentono l'imperativo morale di portare aiuto ai profughi e ai diseredati.
Viviamo una fase di revanscismo di sentimenti ignobili.
Sento il bisogno di ribellarmi all'ipocrisia di chi inneggia alla guerra e poi rifiuta di soccorrere i profughi.
Innanzi tutto mettiamo i puntini sulle "i".
Secondo i Vangeli, Gesù era un profugo immigrato in Egitto per sfuggire alla persecuzione.
E non era biondo. Era piuttosto scuro di pelle e di capelli. Anche perché ai tempi gli ebrei non erano ancora arrivati nell'Europa del nord, dove a causa del freddo si sono un po' sbiancati. Lo confermano autorevoli ricerche. Senza contare che una delle 12 tribù di Israele era nera, proprio nera, e lo è ancora! Quindi c'è il rischio che Gesù fosse non solo abbronzato ma proprio nero.
Quindi ne discende che la sua mamma, la Madonna, fosse piuttosto scura di pelle anche lei. Cosa di cui peraltro molti italiani sono convinti da tempo visto il proliferare delle Madonne Nere sul suolo italico.
Inoltre la rivoluzionaria ricerca di Luca Cavalli Sforza sul dna dei mitocondri delle cellule umane, ha dimostrato che discendiamo tutti da alcune donne africane nere di pelle. Quindi Eva era nera, e visto che Dio ci fece a sua immagina e somiglianza, è indiscutibile pure che Dio è nero!
Ed è pure dimostrato che le principali invenzioni dell'umanità primitiva, l'uso del fuoco, l'agricoltura, la ceramica, sono state realizzate da popolazioni nere dell'Africa prima delle migrazioni nel resto del mondo.
Questi sono i fatti, taciuti dalle scuole e dalla maggioranza dei testi divulgativi.
Ho deciso quindi di realizzare una serie di dipinti che facciano giustizia delle falsificazioni cromatiche razziste. Una mostra che parte da Roma e ha come obiettivo quello di girare l'Europa per arrivare infine in Africa.
Vorrei con questa azione pittorica innanzi tutto celebrare la bellezza dei popoli neri e secondariamente raccontare quel che viene taciuto. Ho una sola paura: che mi si accusi di blasfemia per aver dipinto un Dio nero. Temo che la stupidità dei bigotti razzisti sia superiore a qualsiasi logica consequenziale. Vediamo cosa succede.

PS
Questi lavori proseguono la ricerca sulle meravigliose sfumature della pelle nera che ho intrapreso per realizzare i pannelli di informazione sanitaria utilizzati durante il progetto teatrale in Mozambico "Il teatro fa bene".

TI PIACEREBBE ALLESTIRE UNA TUA MOSTRA CON I QUADRI DI JACOPO FO? CLICCA QUI PER AVERE TUTTE LE INFORMAZIONI DI CUI HAI BISOGNO.

 

RASSEGNA STAMPA

La Voce, Cultura, 11/04/2017 (Clicca qui per vedere tutta la pagina)

Rassegna stampa mostra Jacopo Fo Roma Dio è nero

 

Categorie: 

Aperitivo con l'autore

Venerdì 1 dicembre, ore 19:00, Jacopo Fo presenterà il suo libro "Superman si è schiantato" all'evento "APERITIVO CON L'AUTORE" organizzato da Altrementi e Biblioteca Popolare presso Il Barbacco, via del Pescatore, 1, Ponte Felcino (PG)
Seguirà apericena (10,00€)

Clicca qui per l'evento facebook

 

Categorie: 

Jacopo Fo a Crotone

Sabato 21 ottobre 2017, ore 17.00, Jacopo Fo condurrà "Raccontarsi col Teatro", una masterclass gratuita e aperta a tutti (fino a esaurimento posti).
L'evento si terrà presso l'Auditorium Istituto "Pertini - Santoni", Via Matteotti, 26, a Crotone.

RASSEGNA STAMPA:

Rassegna Stampa Comune di CrotoneIncontro straordinario con Jacopo Fo sull'essenza del Teatro
RTI Calabria: Jacopo Fo a Crotone

Categorie: 

Jacopo Fo e Carlo Petrini al Salone del Libro di Torino

Jacopo Fo Carlo Petrini Salone Internazionale del Libro di Torino

Domenica 21 maggio 2017, ore 15.00
Salone Internazionale del Libro di Torino, stand Città di Torino (pad. 1)

“Omaggio a Dario Fo”
Jacopo Fo e Carlo Petrini ripercorrono, attraverso i loro ricordi personali, la vita di un uomo che ha segnato la storia artistica e culturale degli ultimi sessant'anni.

Categorie: 

Jacopo Fo alla prima edizione del Sementi Festival

Sabato 13 maggio a Corinaldo, Ancona, ore 18.00: spettacolo di Jacopo Fo dal titolo "Vivere in eterno mangiando solo dinosauri" (presso Piazza il Terreno), divertente appuntamento che coinvolge in modo ironico il pubblico al fine di stigmatizzare manie e luoghi comuni che hanno come soggetto l’alimentazione.

Per maggiori informazioni clicca qui
L’entrata a sementi festival è gratuita.
 
Contatti:
Info Ufficio Turistico Corinaldo
Largo XVII Settembre 1860, 1-2
60013 Corinaldo (An)
Tel. 071 7978636
www.corinaldo.it
iat1@corinaldo.it

Categorie: