Jacopo Fo

La maggioranza degli automobilisti parla con la propria macchina

E' quanto rivelerebbe un sondaggio condotto in Gran Bretagna su duemila possessori di autoveicoli.
Il 50% delle donne e il 37% degli uomini rivolge domande e pensieri all'auto. Un quinto delle automobiliste ammetterebbe poi di averle dato un nome di animale, tipo cicci, pucci, fuffi.
La British Medical Association lancia l'allarme!

(Fonte: Ananova)


Commenti

io se è per questo ringrazio anche il bancomat quando mi da i soldi, saluto "la signorina dell'autostrada" quando ho pagato ("arrivederci e grazie" "ciao cara") e, per coerenza, non lascio messaggi in segreteria (MAI) "perchè mi sento scema a dialogare con un disco".

Inoltre è bene sapere che è di grande aiuto
1) carezzare il monitor quando il computer è lento (sì.. lo so che non è il monitor, ma funziona, funziona...)
2) carezzare un pagobancomat quando ci pensa troppo
3) incitare la propria macchina quando in salita non ce la fa

La mia macchina in effetti però temo soffra di crisi d'indentità.. che io la incito con "dai ciccia.." (tipo "dai isotta dai che la fai") mentre mia mamma la chiama "cecchina".

(consola sapere che di malati di mente è pieno il mondo in ogni caso :)