Jacopo Fo

2005: l'anno del Microcredito - Guida alla finanza etica 2006

Carissimi,
vi proponiamo un articolo sul microcredito che contiene alcuni stralci di un discorso di Muhammad Yunus, fondatore della Grameen Bank, tenuto il 7 novembre 2005, a Milano, in occasione del ricevimento del premio Il Ponte da parte della Fondazione europea Guido Venosta.

Il brano si trova all'interno della Guida alla Finanza etica 2006 in vendita su CommercioEtico.it


2005: l'anno del Microcredito

Le Nazioni Unite proclamano il 2005 anno internazionale dell'accesso al credito. Una questione decisiva per i Paesi in via di sviluppo. Ma anche per l'economia dei cosiddetti Paesi ricchi. Come dimostra la diffusione in Europa della microfinanza che all'erogazione di piccoli prestiti abbina anche quella di tutta una serie di servizi che agevolano l'autoimprenditorialita', soprattutto di donne e giovani.

La Grameen Bank compira' 30 anni il prossimo anno. Quando ho dato inizio a questa avventura non pensavo certo di creare una banca. In realta' desideravo soltanto tentare di risolvere un problema locale, determinato dal fatto che, come avevo rilevato con profonda amarezza, la povera gente che viveva nel villaggio accanto all'universita' dove insegnavo era in grosse difficolta' anche perche' non riusciva a trovare piccole somme di capitale da investire. O meglio, riusciva a ottenere qualche prestito,, spesso pari a meno di un dollaro, ma a condizioni estremamente ingiuste, vale a dire che era poi costretta a vendere i propri prodotti solo a chi forniva il denaro e al prezzo arbitrariamente stabilito da lui.
Per questo, nel 1976, ho preso l'iniziativa di prestare un totale di 27 dollari a 42 diverse persone al fine di aiutarle a uscire da questa situazione quasi da usura. In seguito, vedendo quanto fosse facile rendere felici cosi' tante persone con un cosi' piccolo quantitativo di denaro,, ho pensato di dover progettare un sistema permanente che consentisse loro di poter trovare i pochi soldi di cui avevano bisogno.
Cosi' andai in banca per organizzare una linea di prestiti di tal fatta, ma ne ricevetti un secco rifiuto perche', mi dissero, un istituto non puo' far credito alla povera gente in quanto si tratta di soggetti "incompatibili con il fido".
Ho pensato allora di impegnarmi in prima persona per scoprire se la posizione di quei signori fosse corretta, e questo ha dato l'avvio a un'intera serie di esperimenti: da un villaggio a 5 villaggi, quindi a 20, 50, 100 villaggi.
Ogni volta funzionava, e le donne restituivano il prestito. Ma le banche convenzionali non volevano cambiare la propria mentalita', pertanto decidemmo di creare la nostra propria banca per i poveri.
Da allora stiamo continuando a insistere sul tema che e' assolutamente sbagliato da parte delle istituzioni finanziarie rifiutare i poveri: lo abbiamo dimostrato un'infinita' di volte che non solo sono degni di credito, ma in molti paesi sono piu' degni di credito dei ricchi.
E abbiamo dimostrato che i poveri possono ricevere un prestito, investire e migliorare le proprie entrate. Possono risparmiare, e anche creare propri fondi pensionistici. Possono costruire case con i finanziamenti bancari, e mandare i propri figli a proseguire gli studi con i prestiti per studenti.
La Grameen Bank non solo presta denaro ai poveri, ma i poveri stessi ne sono i proprietari. Ad oggi sono piu' di 5 milioni le persone che hanno ricevuto un prestito dalla Grameen Bank, il 96% delle quali sono donne, per un monte prestiti di oltre un miliardo e mezzo di dollari americani all'anno, il cui tasso di rimborso e' di bel il 99%. La banca e' finanziariamente autonoma, senza alcun supporto ne' tantomeno donazioni da parte di qualsiasi fonte esterna. L'intero capitale di cui dispone e' costituito dai depositi che raccoglie, affidati sia da persone cui e' stato concesso un prestito sia da altri, e la sua gestione genera regolarmente profitto.
L'idea di concedere microcredito ai poveri e' attualmente diffusa in piu' di 100 paesi. Nel 1997 il Summit del Microcredito ha lanciato una campagna mondiale per raggiungere entro il 2005 la soglia di 100 milioni di nuclei familiari attraverso le donne di tali famiglie. L'ultimo report su questa campagna del Summit, aggiornato alla fine del 2003, rivela che 80,9 milioni di famiglie povere nel mondo hanno gia' beneficiato del microcredito. Di queste, 54,8 milioni sono tra le piu' misere in assoluto, cioe' quelle che vivono con meno di un dollaro al giorno.
Credo proprio che entro la fine dell'anno avremo raggiunto il nostro obiettivo dei 100 milioni di famiglie povere, ma non mi meraviglierei se lo avessimo superato. Il che dimostra al mondo intero che e' possibile porsi un traguardo di tale importanza e raggiungerlo concretamente, e che il problema e' soltanto volerlo.
Comunque, questa sara' solo una prima pietra miliare superata. Nell'aprile 2005, il Summit del Microcredito, dopo intense consultazioni tra i membri, ha annunciato che la campagna sara' estesa fino al 2015, cosi' da coincidere con l'anno fissato dalle Nazioni Unite per raggiungere il Millenium Development Goals, cioe' i Traguardi di Sviluppo del Millennio. Il nuovo obiettivo sara' pertanto quelle che entro il 2015 siano 175 milioni le famiglie molto povere che beneficiano del supporto del microcredito, mentre ci si deve assicurare che per quella data 100 milioni di tali famiglie siano uscite dalla condizione di poverta'.


Marco Rossi Doria oltre il 7% a Napoli

L'Unione inizia a fare i conti e a comprendere la cazzata che hanno fatto a sbattere la porta in faccia a chi a Napoli chiede da tempo il cambiamento.Per giochi di potere sporchi hanno evitato le primarie per scegliere il prossimo sindaco e ricandidato miss "a Napoli tutto va bene". Cos? Marco Rossi Doria, il maestro di strada, risulta oggi il portabandiera dell'incazzatura. Candidato civico alla carica di sindaco, senza mezzi e senza appoggi, nei sondaggi viene dato tra il 7 e 10%. E mentre un'altra donna muore in ospedale dopo giorni di coma, colpita durante il solito scippo (bottino di 10 euro), e Bassolino ripete che tutto va bene, la rabbia dei napoletani onesti cresce davanti a un'amministrazione che butta i soldi dalla finestra e non riesce neanche a prendere i finanziamenti dell'Unione Europea per pura mancanza di cervello (in alcuni settori si perde il 96% dei finanziamenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!). Intanto ad Acerra la gente continua a respirare boccate di diossina. Come stiamo ripetendo da mesi la Asl ha certificato che ce n'? pi? che a Seveso (quasi il doppio) quando si decise di evacuare la cittadinanza. Ma volete mettere quanto vale la vita di un settentrionale rispetto a quella di questi terroni? Ma che volete, ormai i tumori e le leucemie sono a livelli sconosciuti nel resto d'Italia (addirittura +30% per alcune patologie). E ci sono il doppio degli omicidi che in tutta la Gran Bretagna.Ma prima o poi pure Pulcinella s'incazza.
 


Portafortuna

Phil Harrison, residente a Cleckheaton, Inghilterra, deve la sua vita alla cacca di piccione (come cantava Povia a Sanremo, tutti i piccioni fanno la cacca).
Phil stava recuperando un falco che si era incastrato sul comignolo di un camino, quando e' scivolato, precipitando. La sua caduta e' stata fermata dieci metri dopo da un vero e proprio cuscino di guano di piccioni, che ha attutito il colpo.
Per tirarlo fuori hanno dovuto chiamare i vigili del fuoco.
Nessuno lo sa ma atterrare sulla cacca di piccione porta una fortuna pazzesca. Unica controindicazione: quel filino di aviaria.

(Fonte: Tgcom)


Giornata internazionale della donna

Ridatemi la mia liberta'
In occasione della Giornata mondiale della donna, una signora egiziana ha ottenuto il divorzio dal marito perche' lui non si lavava piu'.
Incontrovertibile e inconciliabile incompatibilita' di odore, la motivazione ufficiale della sentenza. In arabo: el Spussava.

(Fonte: Tgcom)

Non so piu' come tenerla

Sempre in occasione della Giornata mondiale della donna la Polizia della Pennsylvania ha arrestato Marilyn Devine, 75 anni, autrice di una grossa rapina in banca. Davanti al giudice il marito e' scoppiato in lacrime.


Settimane bianche in galera

Andare in vacanza facendo saltare scuola ai figli e' un reato
Lo avrebbe deciso l'Alta Corte di Londra. I genitori che faranno perdere giorni di scuola ai figli per portarli in vacanza (settimane bianche ad esempio), commetteranno un reato, a meno che non ottengano un'autorizzazione dal preside.
In pratica saranno le scuole a decidere se e quando gli alunni potranno concedersi una settimana extra, tutte le altre iniziative violano l'Education Act del 1996.
Capito, Maria Cristina?

(Fonte: Repubblica)


A tutto GAS

Gli oltre 50 gruppi di acquisto solidale del Veneto (consociazione degli acquisti per aver piu' qualita' a un costo minore) fanno sul serio. Oltre a moltiplicarsi a vista d'occhio stanno promuovendo una massiccia campagna informativa. Nei prossimi giorni verra' pubblicato un dossier, dove si rivela che la maggior parte del guadagno dei 4 o 5 gruppi della grande distribuzione europea non deriverebbe tanto dal ricavo delle merci vendute quanto dai grossi interessi che provengono dalla gestione bancaria dei soldi dei consumatori.
Completamente diverse sono la filosofia e la politica dei GAS. Potendo accorciare la filiera, presentandosi come gruppo direttamente ai produttori locali, e' possibile accertare la qualita' del prodotto, l'etica del produttore, e infine ottenere uno sconto, che in alcuni casi e per alcuni prodotti, soprattutto frutta e verdura, puo' arrivare anche al 30%.

(Fonte. Corriere del Veneto)