Jacopo Fo

People For Planet

Le pale eoliche saranno sostituite da falli vibranti?

Le pale eoliche stanno per essere sostituite da “Skybrator”?

Una start up spagnola lancia sul mercato una nuova turbina eolica a forma di sex toy potrebbe essere più vantaggiosa.
Prepariamoci alla possibilità di vedere nei nostri orizzonti non più le pale eoliche che abbiamo visto e, a seconda delle personali convinzioni, ammirato o criticato negli ultimi anni.

Le pale eoliche, che evocano nell’immaginario di chi le guarda soprattutto la lotta di Don Chisciotte con i mulini a vento, potrebbero essere sostituite da turbine eoliche che (guardare il video per credere) evocano soprattutto un gigantesco sex toy.
Questa turbina eolica senza lama sviluppata dalla società spagnola, nomen omen, Vortex Bladeless, è progettata per produrre energia attraverso un sistema di vibrazioni. L’assenza di pale potrebbe aiutare a preservare alcune specie animali minacciate dalle lame.
Vedi qui il resto dell’articolo.

 

Categorie: 

Ingiustizie: racconta la tua storia

Una tribuna per te. Perché tu possa dire che cosa ti è successo. Ti mettiamo a disposizione un canale di comunicazione che ogni giorno raggiunge centinaia di migliaia di persone, sulla rete, su Fb, Twitter, Instagram.
Restare in silenzio fa male.
Restare in silenzio aiuta i vigliacchi, gli incompetenti, i disonesti.
Gridare per difendere i tuoi diritti serve anche a chi non può alzare la voce.
Abbiamo il diritto di essere ascoltati.
Noi lo abbiamo conquistato e ti apriamo le porte della nostra comunicazione.
Raccontami la tua storia. segnalami le storie che DEVONO essere raccontate.

Mandaci un video o un articolo a redazione@peopleforplanet.it

 

Categorie: 

L’incredibile storia degli indios del Chiapas e del Subcomandante Marcos

In memoria di Enrico Greppi, in arte Erriquez

I Bandabardò sono andati a fare un viaggio tra gli zapatisti

Qualche anno Enrico e Finaz della Bandabardò sono venuti a trovarmi ad Alcatraz. E tra una canzone demenziale e l’altra ci siamo trovati a parlare del Chiapas. I Bandabardò sono andati a fare un viaggio tra gli zapatisti, per consegnare a loro direttamente i denari raccolti con gli spettacoli. E mi hanno raccontato cose da pazzi su quel popolo.  

Della rivoluzione zapatista è arrivata in Occidente perlopiù la griffe del Subcomandante Marcos, con la pipa e il passamontagna, la stella rossa e le brigate di indios, vestiti di blu carta da zucchero, che marciano in quadrato con i fucili in spalla.
Quello che hanno visto Enrico e Finaz è qualche cosa di completamente diverso.
E già questo è affascinante, dopo aver letto tanti resoconti e inchieste sul Chiapas scopro che c’è tutta un’altra storia che non è stata vista…
Come è possibile?
Questo è l’aspetto forse più interessante: quel che stanno facendo questi ribelli è talmente diverso, alieno, rispetto ai nostri modelli mentali che i giornalisti, pur avendolo davanti, spesso non lo vedono.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Neanche la peste bubbonica ci ha sterminati, figuriamoci questo invertebrato del corona!

Un po’ di ottimismo fa bene alla salute

Le misure prese dal governo sono indispensabili perché se si arrivasse a centinaia di migliaia di contagiati e a decine di migliaia di ammalati gravi il sistema sanitario crollerebbe. Non esiste una nazione al mondo che possa mettere in terapia intensiva 100mila persone cioè il numero di abitanti di una città come Ancona!

Ma siccome il pessimismo fa più male delle patatine fritte con l’olio industriale, perché lo stress indebolisce il sistema difensivo dell’organismo, va chiarito che questa pandemia ha un basso tasso di decessi, imparagonabile con le mega epidemie del passato.

Ma anche le peggiori pandemie non sterminarono tutti, come molti credono! No! Siamo tostissimi! Anche quando incontriamo virus che il nostro sistema immunitario non conosce e non abbiamo neanche medicine specifiche e vaccini le nostre difese riescono, nella maggioranza dei casi, a far fuori l’invasore merdoso!

Epidemie terribili, come quella della peste nera, con altissimi livelli di mortalità e di contagio, uccisero solo il 30% della popolazione. E questo avveniva 700 anni fa, nel Medio Evo. La maggioranza della popolazione è sempre sopravvissuta a tutte le pandemie pur non avendo difese specifiche perché abbiamo comunque un sistema di difesa meraviglioso che riesce a contrastare perfino i virus più cattivi e prenderli a sberle!

Ed è da considerare che i nostri antenati resistettero nonostante tutti, anche i ricchi, patissero situazioni igienicamente disastrose, metà della popolazione fosse denutrita e non sapessero nessuna conoscenza dell’esistenza dei virus e non avessero nessuna idea sui veicoli del contagio e sulle possibilità di limitarli.
Continua a leggere...

 

 

Categorie: 

I consumatori hanno già il potere

 

La maggioranza dei consumatori vuole consumare le cose più inutili, dalla carne con gli antibiotici, all’elettrodomestico di ultima generazione… finanziando un tipo di mondo che non ci piace.
Ma se anche solo l’1% dei consumatori cambiasse le proprie abitudini potrebbe cambiare il mondo.

Da qui anche la consapevolezza dell’utilità dei gruppi di acquisto.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Categorie: 

Lo stupore è la molla della nostra vita

Una riflessione stupefacente

Indiscutibilmente sopravvivere è una pulsione fondamentale. Se non sopravvivi sei morto e la natura ci ha dotato quindi di un poderoso istinto di sopravvivenza che ha permesso ai nostri avi di evitare di essere mangiati dai leoni e dare così continuazione alla razza umana. Ma la ricerca dello stupore è sicuramente un istinto primario molto potente del quale stranamente i filosofi si sono occupati molto poco. Eppure tutte le nostre passioni sono legate alla ricerca dello stupore.

Gli effetti dello stupore

L’amore, l’arte, la scienza, sono esperienze improntate allo stupore. Ci innamoriamo perché incontriamo una persona che ci fa sentire una scossa, una vertigine, cioè ci stupisce. E lo stupore è alla base pure delle peggiori inclinazioni: la guerra è orribile ma sicuramente è anche stupefacente, vedi cose terribili che non possono non generare stupore oltre che orrore; di fronte alla violenza ci chiediamo: ma come è possibile che un essere umano sia così crudele? E cosa cerca il giocatore d’azzardo se non lo stupore di una vincita ogni tanto? E cosa cerca il tossicomane che assume stupefacenti?
A ben guardare tutte le esperienze umane incontrano spesso momenti che generano stupore. Sono certo che se ripensi a quel che è capitato nella tua vita potresti passare un’ora a elencare le catene di coincidenze assurde che ti hanno portato ad essere quel che sei e a pensare quel che pensi. È indiscutibile che vivere è un’esperienza che, nel bene e nel male e anche nella tragedia, non smette un attimo di lasciarci allocchiti, basiti, meravigliati, scioccati, stupiti.

Continua a leggere...

 

Categorie: 

La rivoluzione della meditazione naturale

 

La meditazione che oggi ci viene più comunemente proposta, molto spesso, è una meditazione “innaturale“.

Perché non è sempre vero che la crescita umana sia difficoltosa e richieda una necessaria guida di un maestro. Bisogna sfatare questa logica basata sulla fatica con uno scopo di creare un mondo interiore tanto forte da distaccarti dai problemi e dalle questioni terrene.

C’è un altro modo per intraprendere una crescita personale differente? La risposta è sì, e la troviamo osservando la natura.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Categorie: 

Ecco le nuove prove dell’evoluzione in acqua

Nuove scoperte su una domanda esistenziale: da dove arriviamo?

L’ipotesi, avanzata per la prima volta da Sir Alister Hardy nel 1960, è considerata con una certa ironia dagli studiosi mainstream. Successivamente venne illustrata dal libro di Elaine Morgan “L’origine della donna”.

In sintesi l’idea è che le scimmie Australopithecus, durante un periodo di caldo che fece seccare le foreste dove vivevano sugli alberi, siano dovute migrare in territori poco buscati. Per sfuggire ai predatori si sarebbero messe a vivere vicino a fiumi, laghi e al mare. Anche oggi una scimmia attaccata da una tigre, può buttarsi in acqua assumendo la posizione eretta e riuscendo così a muoversi più velocemente del felino.

Gli umani avrebbero così iniziato a passare molto tempo in acqua, sopratutto le donne. Da qui il fatto che esse sono meno pelose degli uomini.

Recentemente alcuni influenti ricercatori inglesi si sono riuniti per mettere assieme le loro scoperte su questa ipotesi.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Combattere la vecchiaia fin da giovani!

La vecchiaia è un fatto fisico ma anche mentale

Alcuni giorni dopo aver compiuto i sessant’anni mi sono accorto che mi stavo muovendo più lentamente. Mi son detto: “Ma cosa sto facendo?”
Il problema è che la vecchiaia è un fatto fisico ma anche mentale. C’è una forma sadica di condizionamento che colpisce gravemente molti.
C’hai sessant’anni, e allora…
E allora che?
Io credo che sia importante dire che noi che abbiamo vissuto tante primavere non siamo vecchi. Siamo diversamente giovani.
Io ho la fortuna di aver visto mio padre a oltre 90 anni lavorare 8 ore al giorno 7 giorni su 7… Una furia umana.
Chiaro che la mia idea della vecchiaia è particolare.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Diventare bellissimi con il biolifting

 

Il viso e il corpo iniziano a “decadere”, a invecchiare, quando i muscoli profondi iniziano a perdere tonicità. Allenando questi muscoli con semplici esercizi di movimento rallentato si può ritrovare elasticità e cancellare le rughe.
Buona visione e buon biolifting con Jacopo Fo!

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Categorie: