Cristoforo Colombo e Re Erode erano brave persone

Aldo Grasso mi ha citato tre volte nei suoi articoli. Due volte contro e una a favore, quindi, suppongo che non mi odi a priori e per questo lo ringrazio. Inoltre ha concluso il suo ultimo articolo con una frase che ho trovato geniale, a prescindere dal fatto che fosse rivolta contro di me: mi avvisa del rischio che corro di “far ricadere sui padri le colpe dei figli”. GRANDE! Quindi cerco di rispondere alle sue obiezioni in modo amichevole e diciamolo, anche lusingato.

La questione è la seguente: in un video realizzato con Mario Pirovano abbiamo sostenuto che Colombo era un criminale e lo abbiamo condannato a una pena antica: la dannazione della memoria.

A differenza di alcuni ignoranti seriali, Grasso non ha contestato i fatti storici, inoppugnabili e comprovati da numerose testimonianze, a partire dai diari scritti da Colombo stesso. Grasso muove invece una critica che ha una sua logica: egli pensa che i crimini di Cristoforo siano mitigati dal fatto che sono stati compiuti in un’epoca nella quale schiavismo, torture ed esecuzioni sommarie erano pratica corrente e osserva che è difficile spiegarmi che “è sempre un errore leggere la storia della fine del secolo XV, per quanto crudele ed efferata, con gli occhi di oggi”.

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

 

Categorie: 

Sìììì, ladro si appisola con la refurtiva!!!

E’ successo a Lucca: un ragazzo di 19 anni è stato arrestato mentre dormiva in un parcheggio dopo una notte di furti in case della zona.
Oltre a un coltello e una torcia i Carabinieri hanno rinvenuto anche numerosi occhiali di marca, un portafogli, telefoni cellulari, un blocchetto di assegni e una bicicletta.
Arrestato, ha diritto a un caffè.
(Fonte: Il Tirreno)

Continua a leggere CACAO di oggi


Se il tuo cuore ha fatto il botto chiama il 118

A Ferrara, per sensibilizzare gli italiani all'arresto cardiaco improvviso, nasce il progetto 'Ambulance dance - La canzone salvavita', scritta dal cardiologo Carlo Tumscitz e dai medici dell'Associazione "Heart & Music for Life" assieme agli Skiantos, gruppo rock di Bologna. Lo scopo è appunto quello di istruire il popolo italiano su un tema purtroppo molto frequente e sottovalutato quale l'infarto e i suoi sintomi, insegnando l'importanza di chiamare il 118 piuttosto che recarsi personalmente in ospedale.
(Fonte: ansa.it)

Leggi tutte le notizie di CACAO